Prime mosse con il vostro cucciolo di TRD

Cosa fare quando abbiamo portato a casa il nostro cucciolo di Thai Ridgeback? Cosa comprare, come comportarci, le prime regole da stabilire e come impostare la nostra convivenza con il cane.

Thai Ridgeback Dog Italia cuccioli
Chaber Xena Sawa a pochi mesi di vita, con i suoi fratelli.

Sia che siate alla vostra prima esperienza con un cucciolo sia che abbiate già esperienze passate, può essere importante avere qualche informazione su come gestire la crescita del vostro cucciolo in modo da porre le basi per una convivenza serena e felice (e in modo da non avere problemi quando il vostro Thai Ridgeback sarà adulto).

Scelta del cucciolo di Thai Ridgeback

La scelta del cucciolo in base al vostro stile di vita è importante e deve essere cosciente, per questo vi possiamo seguire tramite colloqui conoscitivi con il nostro istruttore cinofilo, è importante che siate coscienti che accogliere un cucciolo in famiglia comporta tanta gioia quanto impegno. Il cucciolo avrà bisogno di regole precise, costanza e coerenza. Soprattutto inizialmente non potete pensare di farlo mangiare quando vi ricordate o portarlo fuori quando avete tempo, è importante che le giornate vengano pianificate tenendo presente anche dei bisogni del vostro cane (anche per evitare che in futuro vi distrugga casa per mancanza di attenzioni o per noia o che semini i suoi bisogni per casa), l’impegno iniziale verrà premiato con un cane felice e una convivenza serena in futuro.

Il Thai Ridgeback è sicuramente un cane esteticamente affascinante ma che ha anche delle caratteristiche comportamentali date dalle sue attitudini di razza, è quindi importante che vengano considerate durante la scelta del futuro membro della famiglia. Il TRD è un cane attivo con un carattere forte e indipendente (che molti paragonano a quello di un gatto), questo gli consente di soffrire meno la solitudine (resta comunque un cane e cioè un animale socievole che cerca il contatto con la sua famiglia e soggetti della sua specie, ma nel suo caso meno di altre razze). Affettuoso e delicato va d’accordo anche con i bambini, che però devono essere istruiti su come rapportarsi al meglio con il cane e mai lasciati soli con lui (ma queste regole sono basilari per far interagire correttamente i bambini con tutte le razze di cani, non solo il TRD).

Primo Viaggio con il cucciolo

Una volta scelto il vostro cucciolo (molte famiglie sostengono che sia il cane a scegliere i propri padroni, dimostrando da subito un legame con loro. Come un “amore a prima vista”. In realtà non è corretto, il cucciolo va scelto con coscienza), bisognerà affrontare il viaggio per portarlo a casa (se avrete pernottato da noi, sarà per noi possibile, su vostra richiesta, seguirvi e darvi consigli nei vostri primi approcci), vi consigliamo per questo di munirvi di un trasportino o kennel.

Primi giorni con il cucciolo di Thai Ridgeback

Scegliete giorni in cui sapete che potete dedicare tempo al cucciolo, il che non significa passare tutto il tempo con lui per poi lasciarlo da solo 8 ore quando avrete altri impegni. Il cucciolo di TRD si ritroverà da solo in un ambiente che non conosce e si ritroverà a dover individuare i suoi spazi e sarete voi a doverglieli mostrare, gradatamente e mettendovi nella sua ottica (non aspettatevi che una volta arrivati a casa il cane impari tutto in due giorni). Dategli da mangiare sempre agli stessi orari e nello stesso punto, aspettatevi che dopo mangiato faccia i suoi bisogni quindi prevenite il momento portandolo subito nel luogo dove può sporcare e complimentatelo abbondantemente appena fatto il suo bisogno, allo stesso tempo evitate di sgridarlo pesantemente e dargli attenzioni nel momento in cui troverete dei bisogni in casa. Basta un no secco (nel caso in cui il cucciolo ne abbia già imparato il significato) nel momento in cui viene colto sul fatto, per poi portarlo subito nel luogo giusto e complimentarlo appena compie l’azione giusta, in tutte le altre possibili situazioni la soluzione e migliore è ignorare, non farsi vedere mentre si pulisce e continuare a premiare solo l’azione corretta. Evitate assolutamente di punire il cane facendogli mettere il muso nel suo bisogno, non capirebbe assolutamente niente, creereste solo stress e incomprensione e potreste anche rovinare il vostro rapporto di fiducia.

Se sarete precisi e coerenti, in pochissimo tempo il vostro cucciolo di Thai Ridgeback capirà dove deve sporcare e una volta adulto cercherà sempre quello spazio.

Primi comandi

Insegnate al vostro cucciolo alcuni semplici comandi (cercate di moderare la difficoltà in base alla sua età e cominciate sempre gradatamente) utilizzando dei premi e il metodo del rinforzo positivo, ad ogni cane piace la collaborazione con i propri padroni, questo farà crescere il vostro rapporto e vi aiuterà a creare un legame e a comprendere meglio il vostro Thai Ridgeback.

Socializzazione del cucciolo di Thai Ridgeback

Il vostro cucciolo di Thai Ridgeback avrà vissuto i primi mesi di vità da noi e con i suoi genitori socializzando nel modo corretto con persone, bambini e animali di differenti specie, sarà quindi un cane sicuro e fiducioso. Dovrete però continuare a farlo socializzare nel modo corretto durante le vostre passeggiate, eventualmente anche iscrivendovi a corsi con istruttori cinofili e puppy class presso dei centri riconosciuti, che potremo anche consigliarvi.

Giochi per il vostro cucciolo

Nel periodo della dentazione il cucciolo cercherà qualcosa da mordere, anche per sfogare nervoso e energia, state quindi attenti a ciò che lasciate a portata di bocca (prevenire è sempre la cosa migliore) e cercate i giochi giusti, in plastica morbida o silicone duro e che possano tenerlo impegnato per più tempo (palline che si riempiono con snack, tirelli di corda da lanciare, evitate i giochi che emettono squittii che stimolano l’aspetto predatorio o di insegnargli a tirare tessuti o corde). Evitate sempre di dare attenzione ai danni commessi, preferite sempre un no secco ma solo se colto sul fatto. Tutto il resto è da ignorare.

Lasciare solo il cucciolo

Abituate da subito il cucciolo alla solitudine, dovrà stare nello spazio che avrà individuato come suo: un kennel o un trasportino con a fianco la sua ciotola dell’acqua. Abituatelo gradatamente, tornando solo se il cucciolo non si lamenta ed è tranquillo e premiandolo e vezzeggiandolo appena tornate da lui (in questo modo eviterà di collegare i suoi lamenti e abbai al vostro ritorno).

Passeggiate con il cucciolo di Thai Ridgeback

Iniziate abituandolo al guinzaglio, lasciandolo attaccato ma libero anche in casa o in giardino e premiandolo quando vi segue (usate dei premi per invogliarlo o un gioco a cui è particolarmente attaccato), prediligete inizialmente passeggiate brevi, evitando di tirarlo quando non vuole proseguire e di tornare verso di lui quando si rifiuta. Accucciatevi piuttosto, in modo che lui sia invogliato a venire verso di voi e premiatelo sempre appena fa la cosa che volete fargli fare.

Alimentazione del cucciolo di Thai Ridgeback

Decidete la tipologia di alimentazione che volete seguire (maggiori informazioni sulle possibili diete qui) e attrezzatevi al meglio per seguirla nel modo corretto. Nel caso di diete casalinghe o BARF vi consigliamo (in particolare nella fase di crescita) di farvi seguire da un buon veterinario nutrizionista in modo da non provocare carenze. Nel caso vogliate seguire una dieta con cibo secco, possiamo indicarvi una buona marca (che provvederemo a cominciare a dare al cucciolo anche presso di noi). Il numero di pasti che cosigliamo sono indicativamente 4/5 al giorno in base alla risposta del soggetto e al numero di bisogni giornalieri. Nel caso decidiate di cambiare marca di croccantini consigliamo un passaggio graduale in modo da non creare scompensi al cucciolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.